Distanza – 32km
Dislivello – 1000 mt
Difficoltà: medio-impegnativo con alcuni tratti tecnici e con bici in spalla

OMBRE MTB è un gruppo di amici che amano i Colli Euganei e la mountain bike,
se apprezzi il lavoro che stiamo facendo puoi contribuire a mantenere questo sito
Con una piccola donazione ci aiuterai a mantenere il servizio attivo,
clicca su Donazione e lasciaci un tuo contributo, grazie.
(ricorda di togliere il Flag da beni e servizi se lo farai)

CLICCA PER IL DOWNLOAD

I PERCORSI CONSIGLIATI DALLE OMBRE HANNO UNA CLASSIFICAZIONE BASATA SU UN ALLENAMENTO MEDIO E UNA PREPARAZIONE DI BASE TECNICA NELL’UTILIZZO DELLA MOUNTAIN BIKE SUI SENTIERI DI COLLINA O MONTAGNA.
ALCUNI TRATTI DEI NOSTRI PERCORSI SONO PARTICOLARMENTE DIVERTENTI MA ANCHE IMPEGNATIVI, E IN ALCUNI CASI POTREBBERO RISULTARE PERICOLOSI AI NON ESPERTI
NON AFFRONTATE QUESTI PERCORSI SE NON SIETE TECNICAMENTE FORMATI PER GUIDARE UNA MTB O AVETE PARTECIPATO AD UN CORSO BASE DI TECNICA DELLA MTB.

Questo è il sedicesimo percorso che le Ombre consigliano, la progressione dei numeri è puramente casuale, questo percorso lo abbiamo voluto segnare perché ci sono arrivate numerose richieste su come arrivare all’eremo in MTB.
La partenza è fissata in un comodo parcheggio di Villa Draghi, ma nulla vieta di intercettare l’anello in qualsiasi punto, per quanto riguarda il senso di marcia invece è preferibile seguire quello della traccia. Il nostro primo obiettivo è raggiungere il Monte Rua con il suo famoso Monastero, percorriamo tutto il sentiero del monte Rua, fino a raggiungere il passo del Roccolo, scendiamo dal sentiero dietro il ristorante fino a raggiungere la strada nei pressi del settimo cielo.
A questo punto si va verso la strada militare del Monte venda e si inizia a salire verso la vecchia base militare in asfalto.
Superata la deviazione classica per il sentiero Lorenzoni continuiamo ancora in asfalto e dopo un tornante vedremo sul successivo una traccia entrare nel bosco, prendetela e seguite il percorso fino ad incrociare la strada che sale all’Eremo.
Da qui in poi si sale in misto fra sentiero boschivo e qualche tratto dove bisogna spingere la bici, ad ogni bivio si continua sempre in salita fino ad arrivare agli ultimi 100 metri da fare con la bici in spalla.
Entrate all’Eremo, ricordate di rispettare ogni regola indicata, di richiudere i cancelli,  di non entrare nei ruderi con le bici, lasciate il luogo come lo avete trovato e godetevi il panorama si apre difronte a voi.
Per scendere scegliamo di proseguire uscendo dal cancello grande, e scendiamo sempre lungo il sentiero Lorenzoni che arriva all’anfiteatro del Venda verso via Sottovenda e Casa Marina, il ritorno prevede la discesa del sentiero 10 e della croce verso Galzignano, Turri e ritorno a Villa Draghi attraverso il bosco.
Vi segnaliamo che l’ultimo tratto è impegnativo in discesa, qualche tratto potrebbe essere necessario farlo con la bici a mano, in alternativa potete scendere verso Turri in asfalto e tornare al parcheggio lungo l’anello ciclabile.

 

 

 

Le OmbreMtbTeam declinano ogni responsabilità per incidenti a cose o persone, scaricando la mappa confermate di essere in condizioni fisiche ottimali e di essere consapevoli dei rischi che la pratica della mountain bike comporta.