E’ il week end del 14/15 settembre, quello che precede l’attesissima fiera ExpoBici di Padova, ma per le OMBRE sarà quello di chiusura della stagione estiva in montagna. Una ridotta rappresentanza del team classico di esploratori (mancava il Prof) ha deciso di visitare per l’ultima volta le Dolomiti nel 2013 per testare la salita finale della Sellaronda Hero corta e cioè la terribile arrampicata del Passo Sella. Subito la traccia completa del giro: Come sempre c’è un prima ed un dopo uscita, la nostra avventura inizia la sera del 13 settembre dell’anno domini 2013 con l’obiettivo di dormire nelle vicinanze di Arabba e durante il viaggio discutere appassionatamente di escursione delle sospensioni e geometrie delle nostre amate biciclette. Per la consueta sosta ristoro  decidiamo di fermarci a Taibon Agordino (BL), località Listolade, presso il ristorante agrituristico “Val Corpassa Da Triches” per un fugace spuntino onde evitare di alzarci da tavola troppo tardi come al solito……. dopo un rapido sguardo all’invitante menù abbiamo ceduto all’istinto: formaggio fuso, spezzatino di cervo, polenta, crostate varie ed ovviamente non poteva mancare un buon bicchiere di rosso,  la solita cena del bravo ciclista! s

 LE OMBRE APPROVANO

   
Qui abbiamo fatto la piacevole conoscenza del “Barba” simpatico e cordiale gestore che non disdegna di parlare del bosco “pulito…” ovvero dei rischi dell’abbandono da parte di molta comunità montana delle attività di cura e mantenimento del territorio.

b

Ed eccoci sabato 14 alla partenza della tappa odierna, è una splendida giornata…

Il giro di oggi prevede di raggiungere il passo Pordoi da Arabba su sentiero sterrato, scendere tra i boschi in Val di Fassa, affrontare la salita al Passo Sella per poi girarsi e ritornare ad Arabba sempre per il passo Pordoi scegliendo percorsi diversi dall’andata.

c

Foto di gruppo in perfetto stile OMBRE

Siamo partiti di buona lena da quota 1.400 mt per raggiungere Arabba intercettando il percorso della Hero corta al Km 33 circa ed attaccare la salita del Pordoi  lungo il fondo di una pista da sci prima, poi un paio di tornanti in statale e subito riprendere una strada di montagna in direzione Porta Vescovo.

d

Ad un bivio si intercetta il percorso della Sellaronda Hero lunga e si abbandona la sterrata girando a destra per uno splendido single track che ci porta all’ultimo tornante della salita del Pordoi, ogni volta è uno spettacolo…

1

Arrivati al passo Pordoi  potevamo cominciare la discesa senza aggiungere un po’ di sale e pepe? Certo che no! Svolta a sinistra e su che si sale ancora….

2

effettivamente alcuni tratti sono estremamente impegnativi!
Quel giorno  in senso inverso c’erano i maratoneti delle alpi che di corsa a piedi percorrono le strade di montagna, eccone uno durante la gara!

3

Arrivati in cima al Belvedere (punto di partenza del percorso Viel del Pan, un sentiero storico e di antiche origini)  è indispensabile fermarsi a contemplare l’orizzonte (non siamo mica in gara…)

4

foto di gruppo…

5

meditate gente, meditate…

6

Poi giù da una altitudine di circa 2.420 mt fino al Lupo Bianco a 1.715 s.l.m. attraverso i prati e le piste da sci prima (con una simpatica divagazione su di una pista per bikers freeride http://www.fassabike.com/ ), il bosco in single trak poi.
Dimenticavo strada facendo…..Ombre’s Art?

7

Prima di cominciare la terribile salita per il Passo Sella, siamo circa al km 48 del tracciato ufficiale. Superato un breve ponte si passa al di là del Ruf de Antermont dove si imbocca una stradina forestale.

8

Si prosegue in salita (è veramente ripida) seguendo il segnavia nr 655 che conduce ai prati sottostanti il passo, da qui si può godere di magnifiche vedute su diversi massicci dolomitici: il Gruppo del Sella, il Sass Pordoi, i ghiacci della Marmolada, l’enorme parete del Ciavazes e la lunga muraglia rocciosa del Sasso Lungo. Che fatica!

9

Manca molto?

10

Un miraggio, il Sasso Lungo!!

11

Alla fine siamo arrivati, rifugio “Carlo Valentini” Passo Sella m. 2218 s.l.m.

12

ed anche qui piccoli fans crescono

13

Un breve ristoro e giù per la pista da sci in manutenzione

14

Digressione all mountain Troi de Ladins

15

Ritornati al Lupo Bianco abbiamo deciso di non esagerare e siamo risaliti lungo la strada asfaltata al passo Pordoi, il giorno seguente era previsto l’ultimo “Bike Day” del 2013, una giornata dedicata agli amanti della biciletta, i quattro passi chiusi al traffico, gira solo chi pedala!

16

17

Arrivati nuovamente al passo siamo rientrati nei nostri panni ed abbiamo deciso di abbandonare l’asfalto per riprendere la retta via….

18

Giù per la pista attrezzata  fino ad Arabba attraverso un  divertente sentiero che ci ha riportato in paese.

19

20

Oggi abbiamo percorso circa 50 km (vedi dati tracciato) per un dislivello di 2000 m, il percorso di avvicinamento alla prossima Hero è cominciato…

Dimenticavo, quando le OMBRE  cominciano un lavoro lo portano sempre a termine…

21

22

chi ben comincia è già a metà dell’opera………
Ciao alla prossima…o come dicono nel ladino della val Cordevole, “ A se vedei….”